Nel nuovo Centro Nazionale si trasferiranno anche le attività dei ragazzi in età scolare ora ospitati all’interno del Centro di Riabilitazione di Osimo. Per questo tipo di ospiti faremo un importante salto di qualità! Infatti i bambini che resteranno al Centro per periodi continuativi, potranno usufruire di appartamenti appositamente pensati per loro all’interno dell’edificio 4.

Ogni appartamento potrà ospitare 4 bambini, ciascuno dei quali avrà una propria cameretta, dalla quale potrà accedere alla zona comune, dotata di cucina e salotto. In questi ambienti, costruiti e arredati su misura per chi non vede e non sente, ogni bambino potrà migliorare ulteriormente la sua capacità di compiere da solo i piccoli ma importanti gesti di ogni giorno, come aprire e chiudere un cassetto, prendere un bicchiere o tenere il cucchiaio in mano, vestirsi e prepararsi la mattina per raggiungere le aule situate nell’edificio 1.

La normalità della vita quotidiana diventa così per i bambini nostri ospiti una scuola di autonomia, sicurezza di sé e fiducia, che dà loro modo di crescere più sereni, rispettati nelle proprie abitudini e ascoltati nelle esigenze che esprimono.

Al centro di Riabilitazione di Osimo, in questo momento, per gli ospiti dai 4 ai 18 anni di età le attività quotidiane sono concentrate tutte all’interno della stessa aula dotata di tutti gli strumenti necessari: ad esempio ausili tecnologici, giochi, arredi… Nel nuovo Centro, invece, ogni attività avrà una sua aula dedicata in modo da poter rendere gli spazi più efficienti e funzionali alla riabilitazione dei bambini.

La vita degli “alunni” che soggiornano alla Lega del Filo d’Oro sarà, quindi, così organizzata:

Si alzeranno e si prepareranno in autonomia nell’appartamento, andranno in aula, nel loro bamco ed inizieranno la giornata.

Poi, a seconda delle necessità e del programma di riabilitazione, si sposteranno, ad esempio, nell’aula degli ausili tecnologici per usare switch, tastiere, touch screen etc. Torneranno in aula per fare lezioni personalizzate con le insegnanti, poi si dedicheranno alla fisioterapia, alla musicoterapia e così via. A pranzo e a cena torneranno nel loro appartamento, per godere quanto più possibile di una vita quotidiana autonoma ed organizzata.

La normalità della vita quotidiana diventa così per i bambini nostri ospiti una scuola di autonomia, sicurezza di sé e fiducia, che dà loro modo di crescere più sereni, rispettati nelle proprie abitudini e ascoltati nelle esigenze che esprimono.